Una domenica al MART di Rovereto: quando l’arte incontra i bambini!

Mettete assieme una giornata uggiosa, una baby-sitter improvvisata all’ultimo momento e 2 bambini di 5 e 8 anni, desiderosi di provare e di sperimentare sempre qualcosa di nuovo. Il risultato?! Una domenica pomeriggio al MART – Museo d’arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto!

Comunicazione dell’ultima ora di mia cugina Michela: causa caduta suocera, Livia 5 anni e Nicola 8, si ritrovano soli e io (che di dimestichezza con i bambini lo ammetto non ne ho moltissima), mi ritrovo a fargli da baby-sitter! 😉 La giornata non è delle migliori, anzi… pioggia e vento animano tutta la giornata, a causa dell’attesa perturbazione Cassandra!

Così per non passare una domenica rinchiusi in casa a guardare un DVD della Disney, gli ho caricati sulla 500 e siamo partiti in direzione MART – Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto. Ci siete mai stati? 😉

Si tratta di una splendida struttura progettata dall’architetto svizzero Mario Botta, inserita nella struttura urbana della città di Rovereto che ospita un enorme patrimonio di collezioni e di opere d’arte. Appena ho comunicato a Livia e a Nicola che gli avrei portati al Museo a Rovereto, Nicola ha iniziato a sbuffare dicendo che a lui la storia e l’arte proprio non gli piacciono!

Diciamo che le premesse non sono state delle migliori… ma sapevo che gli avrei stupiti portandoli al MART! 😉

Appena arrivati, i bambini vedendo la maestosa cupola vetrata, (simbolo del MART) hanno incollato il loro sguardo al cielo esclamando un “Wooooww” di stupore!

All’ingresso, l’addetta alla biglietteria ci informa che venerdì hanno inaugurato la mostra, “La magnifica ossessione” che presenta, con 1.200 opere, i 10 anni di apertura del Mart attraverso le sue collezioni e che durerà per circa un anno intero, fino al 06 ottobre 2013. Decido quindi di visitare con i bimbi la mostra: una sorta di racconto di tutte le attività che riguardano le collezioni presenti al MART, le opere più conosciute, ma anche quelle mai viste e inaspettate, allestite in un “magnifico” tragitto attraverso le sale di quello che viene definito “l’anello di Botta”.

Durante l’inaugurazione ci spiega l’addetta che è stato fatto un laboratorio gratuito per il pubblico chiamato “Book Art Sculpture” dove adulti e bambini hanno sperimentato alcune semplici tecniche di piegatura per trasformare vecchi cataloghi e manifesti d’arte in sculture di carta.

Noto subito come il MART sia un Museo “family-oriented”: tantissimi servizi dedicate alle famiglie e ai loro piccoli! Gratuità fino ai 14 anni, biglietto-famiglia valido per tutto il nucleo famigliare, fasciatoio e stanza per l’allattamento, spazio BabyMart e numerosi laboratori didattici, con un ricco calendario di attività.

Alla fine della visita, Livia, “prende la tangente” verso un angolo “morbidoso” dove al suo interno ci sono altri bambini: scopro essere il BabyMart, uno spazio permanente dedicato alle famiglie e ai loro piccoli con giochi colorati e tappeti, appositamente per i bambini dove leggere, giocare e disegnare.

Nicola a ruota, segue sua sorella e affascinato dalla tecnologia, inizia a giocare con il Nintendo DS al videogioco educativo “Art Academy”, dove si destreggia a disegnare e a dipingere passo dopo passo… in versione tecnologica.

E’ orami ora di rincasare e sulla via del ritorno i bambini, mi raccontano di quanto si siano divertiti a colorare, tagliare ed incollare e di quanto il MART gli sia piaciuto! Arriviamo a casa cotti (più io che i bambini 😉 e Nicola e Livia super contenti sono corsi subito a raccontare tutto a Michela e a mostrarle la loro piccola “opera d’arte” fatta di carta!

Risultato… ho già un altro weekend di “babysitteraggio” prenotato per il prossimo 10 novembre, quando al MART verrà organizzato il laboratorio “Comincia Tu”: una sorta di luna park dell’arte dove i bambini proseguiranno le opere realizzate già in precedenza da altri bimbi.

E voi siete mai andati al museo con dei bambini? Com’è andata?

Crediti fotografici: Mart di Rovereto e Trento