Un salto in Val di Fiemme: con la slitta e gli sci

Il racconto di un weekend di evasione in Trentino. Abbiamo festeggiato l’arrivo della neve, come quando eravamo bambini: discese in slitta, cori travolgenti durante le gare di Coppa del Mondo di Ski Jumping, corse in motoslitta…chi l’avrebbe mai detto?

La neve, il traffico il caos ci hanno stremato…e il venerdì sera ci ritroviamo stanchi sul divano davanti alla televisione a chiederci: cosa vogliamo fare questo weekend? Scopriamo dal telegiornale che in Val di Fiemme dal 4 al 5 febbraio ci saranno le gare di coppa del Mondo di Ski Jumping…Conosciamo poco questa disciplina, ma siamo curiosi…e ogni occasione è buona per tornare in Trentino!
Prenotiamo e saliamo in auto: direzione Cavalese. Attorno a noi, il paesaggio cambia velocemente: dalla neve grigia di città a paesaggi di montagna romantici, avvolti dal silenzio assoluto e da un soffice manto…già ci sentiamo in vacanza!

Arriviamo all’Hotel Lagorai: lasciamo le valigie in camera, e ci spostiamo subito allo Stadio del Salto di Predazzo, dove si stanno svolgendo le prove della Ski jumping Word Cup. Torniamo bambini: ci armiamo di bandierine, dipingiamo le nostre guance con i colori italiani e iniziamo a tifare i nostri campioni durante il Salto di gara individuale maschile. Anche se non conosciamo questo sport, è impossibile non farsi travolgere dalle emozioni! La tensione prima del salto, l’adrenalina mentre osserviamo l’atleta sospeso in aria, la meraviglia quando finalmente lo sci tocca la pista…ci sentiamo anche noi dei veri saltatori!

Torniamo in albergo carichi di entusiasmo ed energia: abbiamo anche noi voglia di provare qualcosa di emozionante! Chiediamo consiglio ad Alessandra, che ci accoglie alla reception dell’Hotel Lagorai…Ci suggerisce una cena trentina, alla Baita Ciamp dele Strie (in italiano, “il campo delle streghe”) a Bellamonte. Lo sappiamo, siamo un po’ fuori forma e non abbiamo proprio l’aspetto degli sportivi…ma dov’è l’adrenalina in una cena tradizionale?! Alessandra sorride: ci spiega che il rifugio non si può raggiungere con l’auto, ma solo con mezzi alternativi, la motoslitta a salire e la slitta a scendere…ci ha subito convinto!

Arrivati alle impianti di risalita Alpe Lusia-Bellamonte, ci vengono a prendere con le motoslitte, per portarci al rifugio…Il vento tra i capelli, i fiocchi di neve che scendono veloci, il silenzio più assoluto: ci sentiamo come i campioni di ski jumping prima della partenza! Arriviamo al rifugio, dove scendiamo in una sala calda ed accogliente, che ci racconta attraverso dei splendidi dipinti le leggende più suggestive della Val di Fiemme! Come dei veri campioni dopo la performance sportiva, abbiamo appetito: ordiniamo il piatto tipico. Inizia un viaggio gustoso nei sapori trentini: affettati freschi, speck, formaggi delle Dolomiti, polenta, gulasch, funghi, e dolce ai frutti di bosco!


Prima della discesa, qualche ora di puro divertimento, tra balli di gruppo e karaoke…stringere nuove amicizie diventa facilissimo! A mezzanotte ci prepariamo per la partenza: messo l’abbigliamento da sci, ci facciamo consegnare il nostro slittino e come dei campioni ci posizioniamo al punto di partenza. Pronti,attenti e…via! In pochi secondi torniamo bambini: scivoliamo a tutta velocità sulla neve, tentiamo sorpassi azzardati ai danni dei nostri amici, e ci lasciamo rotolare con leggerezza nella neve fresca…quanta magia!
Come dei veri atleti, il giorno dopo eravamo pronti per partire per Passo… ah no no, il nostro momento da campioni si è concluso: solo qualche ora di assoluto relax nel Cassiopea, il regno beauty&spa del centro benessere del nostro albergo per noi!
Ma che emozione ritornare sulla slitta! E voi? Quando è stata l’ultima volta che avete scacciato via i pensieri con una bella e sana scivolata con il bob o la slitta?