Trentino Wellness Blog Trip Day 3: a tutta neve in Val di Peio

In montagna, il meglio che ci si possa augurare è che nevichi di notte e che ci sia il sole di giorno. Questo è proprio ciò succede il terzo giorno del Wellness Blog Trip, una bella nevicata notturna ci regala neve fresca e soffice per sciare e ciaspolare al mattino.

Per la prima volta da quando è iniziato questo viaggio, ci separiamo in due gruppi: io, Elena, Francesca, Sandra e Sara raggiungiamo le piste da sci insieme al maestro di sci Zefiro, mentre il resto del gruppo va a ciaspolare con Renzo, Guida Alpina.

Sulle piste da sci c’è pochissima gente, ci sentiamo padrone della montagna. Le prime curve sono un po’ “rigide” – per tutte noi questa è la prima sciata della stagione – ma pian piano i muscoli si scaldano. Zefiro ci segue una ad una e ci dà consigli per migliorare la posizione e il controllo sugli sci. Confesso che in certi momenti perdo un po’ la concentrazione, persa nella bellezza del panorama: in cima alla seggiovia si vede tutta la Val di Peio imbiancata, impossibile non farsi distrarre!

Due ore di puro divertimento, con la neve fresca e il sole che illumina tutto di una luce incantevole. Quando ci riuniamo con Federica G., Ramona, Valentina, Federica P. e Michela, loro ci raccontano che anche la loro ciaspolata è stata un’esperienza entusiasmante. Federica G. ne parla così nel suo blog Travel To Taste:

Accompagnati da Renzo Turri, guida alpina, maestro di sci e filosofo della montagna, abbiamo passeggiato nel silenzio della natura, dove l’unico rumore proveniva dai nostri passi. Renzo ci ha raccontato delle sue montagne, di come la natura sia miracolosa nel rinascere e nel proteggersi. Abbiamo ammirato stalattiti e stalagmiti in formazione che, alla fine dell’inverno, formeranno vere e proprie sculture di ghiaccio. Il percorso lungo qualche chilometro ci ha condotto al Barba di Fior, un forte austriaco costruito per difendere i confini dell’Impero austro-ungarico. I suoi resti giacciono a 1600 metri di quota da dove si può godere di una vista sull’infinito.”

Nel programma di oggi c’è una delle sorprese più attese del Wellness Blog Trip: il pranzo in un “secret place”.

Arriviamo a Strombiano dove incontriamo la signora Rita e le sue amiche del paese. Sono loro ad aprirci la porta di Casa Grazioli, una casa antica di cui si sa poco, che fino a vent’anni fa era abitata dalla signora Domenica Maria Grazioli, detta Beca. La casa è rimasta così come è stata lasciata da Domenica, che conduceva una vita frugale e non aveva altro riscaldamento che quello del camino e del forno. Domenica non aveva altre risorse che le sue braccia capaci di fare il lavoro nei campi e le sue mani capaci di tessere il lino. Viveva di un’economia di sussistenza, non voleva aiuto da nessuno ma era pronta a barattare tre giornate di lavoro nella terra dei suoi compaesani per una giornata di lavoro di uno degli uomini del paese nel suo campo. Faceva il pane ogni sei mesi e se lo faceva bastare per tutto l’anno. Tesseva per sè e per le persone che andavano a trovarla spesso, perchè quella donna sola ma forte e piena di dignità era amata da tutto il paese.

Ascoltiamo rapiti questa storia mentre visitiamo le stanze dove Domenica Maria ha trascorso tutta la sua vita. L’ultima stanza è la camera da letto, dove due signore di Strombiano lavorano il lino davanti ai nostri con incredibile abilità.

Casa Grazioli è mantenuta dall’Ecomuseo di Peio e dai suoi volontari. Da loro ci viene offerto una merenda trentina con brodo caldo, affettati e formaggi nella cucina di Casa Grazioli, tutti intorno allo stesso tavolo. Ci sentiamo in famiglia, è un momento indimenticabile.

Nel pomeriggio ci aspetta un’altra esperienza memorabile: il corso di cucina al ristorante dell’Hotel Cevedale, dove la signora Sandra ci insegna a fare canederli di tre tipi: allo speck, al formaggio e alle erbe. Le sognatrici si mettono subito con le mani in pasta, e il risultato è così buono che i loro canederli ce li mangiamo a cena!

A cena tanta allegria, anche se non possiamo non pensare che domani siamo di partenza. Prima però ci aspetta il Mercatino di Natale di Trento. Brindiamo insieme alla signora Sandra, padrona di casa insieme a Gianna ed Enzo dell’Hotel Cevedale, e poi in compagnia di Enzo scendiamo in cantina per una degustazione di grappe. Come finisce la serata? Ballando al Virgin Pub, naturalmente! 😉
Abbiamo ancora una giornata da rivivere con voi…seguiteci domani!