Su quel ramo del Lago di Garda: la lasagnetta al profumo di timo con ragù di porri e speck

Cambia la stagione, cambia l’ora, ma una cosa resta sempre la stessa: la voglia di una rilassante vacanza in Trentino! Saranno le giornate più lunghe, il sole che splende nel cielo, ma la nostra foodbloger (e anche noi, è inutile negarlo) fantastichiamo ancora di più sui nostri viaggi futuri e passati…Meggy oggi ci riporta a Riva del Garda…sulla tua macchina, c’è posto anche per noi?! Nell’aria già si respira il profumo della lasegnatta con ragù di porri e speck…

Quel giorno il cielo era terso e l’aria profumava di bella stagione, potevamo indugiare a letto,cullati dai suoni del Garda che si risveglia, ma anche no, così siamo scesi a colpo sicuro, nella piazzetta sotto casa degli amici che ci ospitavano, ancora addormentata, deserta e tranquilla.
Dopo una lauta colazione salata, lentamente con il piglio da turisti che ci si può, anzi ci si deve permettere in vacanza, siamo saliti in macchina, diretti in collina.
La strada sconnessa scorreva tra le campagne, ad ogni curva vecchi masi attiravano lo sguardo, curioso ed appagato da quello spettacolo rurale, ulivi e i vigneti a perdita d’occhio, il palato già pregustava il buon olio e l’ottimo vino che ci saremmo portati a casa.

Qualche sosta per le escursioni che avevamo programmato mesi prima, quando le ore in ufficio sembravano non finire mai e le tanto desiderate ferie primaverili si facevano attendere, anche se il nostro cuore era già lì, nel Garda più profondo, una seconda casa che ogni anno ci accoglie a braccia aperte.
Un panino acquistato in una gastronomia trovata per strada, il nostro pranzo al sacco: il pomeriggio stava per giungere al termine, decidiamo di fare un’ ultima sosta prima di raggiungere il caro amico che ci aspettava per cena.
Io e te su quella panchina sperduta, un cespuglio di timo baciato dagli ultimi raggi di sole che ci stringeva a sé con il suo profumo inebriante, il sole che tramonta, il respiro si spezza, ci abbracciamo e sorridiamo con il cuore colmo di felicità per il momento magico che stiamo vivendo, arrivederci Sole, a domani …

Ecco il mio omaggio a questa vacanza e alle sue meraviglie, una lasagnetta aperta al profumo di timo, condita con un veloce e profumatissimo ragù di porri stufati e speck, per ricordare il nostro Trentino, che è capace di donare sempre emozioni uniche a chi lo visita.

Ingredienti per 2 persone:

Per la pasta
100 gr. di farina 00
1 uovo
1 pizzico di sale
Qualche rametto di timo fresco

Per il ragù
1 porro
200 gr. di speck del Trentino
Olio evo q.b.
Pepe nero q.b.
Gewurztraminer q.b.

Preparazione:

Preparate la pasta fresca mescolando l’uovo, la farina e il sale, dividete quindi l’impasto a metà, e da ogni parte ricavate con la macchinetta tirapasta 6 sfoglie molto sottili che ripiegherete a metà, inserendo nel mezzo delle foglioline di timo, poi tiratele di nuovo in modo tale da ottenere un’unica sfoglia con le foglioline all’interno.
Affettate sottilmente il porro, soffriggetelo leggermente in una padella con un goccio di olio, aggiungete lo speck tritato grossolanamente a coltello e lasciate insaporire, sfumate con mezzo bicchiere di Gewurztraminer e lasciate evaporare.
Cuocete per un paio di minuti le sfoglie in acqua bollente leggermente salata, componete la lasagnetta direttamente sul piatto di portata e terminate con un cucchiaio di ragù e un rametto di timo fresco.

Un semplice assaggio per riprovare tutte le emozioni di quella vacanza… anche a voi succede? Quale vacanza portate sempre nel cuore (e nella pancia :-) ) ?!

 

Guest post by Meggy  deliciousmeggy.blogspot.com