Scoprendo gli animali del Parco Paneveggio!

“La natura è un miracolo che si perpetua ogni giorno davanti ai nostri occhi…” così diceva sempre mia nonna… d’altronde come smentirla?! Questo weekend mi sono immersa assieme ai miei nipotini nella natura rigenerante del Trentino: quella del Parco Paneveggio-Pale di San Martino!

E’ sempre piacevole e molto divertente fare qualcosa con i bambini e il Trentino offre veramente un’ampissima varietà di proposte: una passeggiata, un’escursione, un’attività open-air… e così lo scorso weekend ho deciso di portare i miei 2 nipotini, Livia e Nicola, tra le maestose architetture naturali delle Dolomiti, nello splendido polmone verde del Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino.

“Finalmente” mi dice Nicola “vedremo i cervi che abbiamo studiato a scuola!” Dopo una strada non proprio delle più “car-friendly”, proprio prima di arrivare a Passo Rolle, dove tra i boschi verdi di abeti, spiccano i pinnacoli imbiancati delle Pale di San Martino, i bambini iniziano a zittirsi dallo stupore… interrotto poco dopo da un “Wooooooowwww” all’unisono. Su un esteso pascolo erboso, vediamo un gruppo di sei cervi davvero maestosi. Scendiamo per vederli più da vicino e per scattare alcune foto e Nicola, ormai esperto ornitologo 😉 , mi ricorda che dai palchi più arzigogolati e lavorati si capisce l’età di un cervo! Così decidiamo di fare una passeggiata nella splendida natura del Primiero: è davvero raro vedere degli ungulati che alla presenza e cospetto dell’uomo non scappano.

Già che siamo in zona ne approfittiamo per vedere il Centro Visitatori di Villa Welsperg, “casa” del Parco, dove al suo interno si trova un grande plastico che rappresenta tutta l’area che ricopre il Parco. Dopo aver visitato diverse sale tra cui la sala storica della dinastia dei Conti Welsperg, in passato proprietari della residenza, facciamo una rilassante passeggiata nella natura incantata nei dintorni della villa. Nella neve fresca Nicola scorge qualche traccia di animale e parte la scommessa alla scoperta dell’animale: lui sostiene che siano orma di volpe, mentre sua sorella di scoiattolo ;).

Ormai è ora di rientrare e dopo la nostra giornata didattica nel Parco, rincasiamo con il mistero ancora da risolvere: di quale animale erano quelle tracce?
E voi, siete mai stati al Parco Paneveggio? Quale è stata la vostra esperienza?

Crediti fotografici: Parco Paneveggio Pale di San Martino, Passo Rolle