Osservazioni astronomiche in Trentino: La Terrazza delle Stelle

“Le stelle sono tante milioni di milioni…” canticchio questo ritornello mentre, con il naso all’insù cerco di scorgere una stella cadente. La notte di San Lorenzo è ancora lontana ma alla “Terrazza delle Stelle” sul monte Bondone ogni occasione è buona per ammirare il cielo stellato.

Questa volta però l’occasione è più che speciale, i nostri amici del Museo delle Scienze di Trento, che sono stati con noi in Val San Nicolò assieme ai blogger nel progetto #vitanova12, ci hanno invitato alla presentazione del nuovo telescopio, e noi non potevamo mancare.
Tanti sanno che sul Monte Bondone, nella pittoresca conca delle Viote, c’è un sito di osservazione astronomica molto stimato, in quanto  ubicato in una zona protetta, totalmente priva di inquinamento luminoso, ma non tutti conoscono la nuova cupola costruita per custodire il prezioso telescopio riflettore.
In mezzo alla piana delle Viote sorge infatti una futuristica struttura molto affascinante, costituita da una cupola in acciaio lucido, di circa 4 metri di diametro, dove di giorno si specchiano i verdi paesaggi alpini, e di notte si riflettono le stelle, creando dei bellissimi giochi di luce. La cupola è un elemento architettonico molto particolare associato al famoso “The bean” che riflette lo skyline di Chicago, ma agli osservatori più fantasiosi riporta alla mente le immagini del celebre film Cocoon.

Gli esperti operatori del Museo delle Scienze, ci spiegano che questo telescopio è uno degli strumenti più all’avanguardia della zona, un insieme di moderne tecnologie che pone il centro delle Viote ai vertici degli osservatori pubblici museali. Comandato da un avanzato sistema di puntamento automatico e computerizzato, può anche essere collegato a camere elettroniche ed essere utilizzato per ricerche scientifiche.
Finalmente le spiegazioni lasciano spazio all’osservazione ed uno alla volta ci avviciniamo a questo colosso per ammirare attraverso il piccolo oculare le immensità del cosmo. L’emozione è forte, d’improvviso è come se fossi catapultata nello spazio, in un attimo mi isolo dal mondo circostante e vago nel cosmo. Sento solo la voce di Christian, il responsabile della sezione astronomia del museo, che mi guida nella mia osservazione.

Per la prima volta vedo la Luna come non l’ho mai vista e poi riesco persino a scorgere pianeti in modo molto nitido e ravvicinato, sembra quasi di poterne rilevare sfumature, colori e minimi dettagli, non riesco a capire se è un’illusione ottica o se quello che vedo è realmente lì fuori. Christian mi spiega che attraverso questo strumento si possono vedere oggetti celesti 100.000 più deboli  di quelli che vediamo ad occhio nudo. La visione del cosmo mi ha inebriata, a malincuore mi devo allontanare dalla “porta del cielo” per lasciare anche agli altri la possibilità di guardare questo spettacolo di luci.
Scopro dai responsabili del Museo che c’è un fitto calendario di appuntamenti per saziare la mia sete di stelle: osservazioni notturne e diurne del cielo, spettacoli di musica e teatro, escursioni al chiaro di luna e attività per famiglie, una lunga serie di incontri didattici per tutti i gusti.

Con agli appuntamenti de La Terrazza delle Stelle, tutti hanno l’opportunità di vedere da vicino e di scoprire i magici segreti del cosmo, grazie alla moderna tecnologia del nuovissimo telescopio, e alle preziose conoscenze degli esperti del museo. Una lunga serie di incontri, adatti ad ogni tipo di pubblico, per osservare il cielo, il Sole, la Luna, i pianeti, e tutto ciò che la volta celeste ha da offrirci.
Anche voi come me non vedete l’ora di passeggiare al chiaro di luna, accompagnati da un esperto del museo, per scoprire pianeti e costellazioni o di soffermarvi a guardare il misterioso volto del sole, con le sue macchie? Avete mai osservato il cielo attraverso un telescopio?
Guardate assieme a noi il programma e scegliete la serata ideale per sognare sotto le stelle.

Foto di: Enrico Montanari di Ilturista.info, Museo di Scienze di Trento, Ideaturismo