Nel cestino da pic-nic, la natura del Trentino e i tortini con bruscandoli & spinaci

Il tempo in questi giorni in Trentino ci sta regalando tante sorprese…ma basta un raggio di sole, per farci venire voglia di fuggire, per abbandonarci alla natura incontaminata. Come tutti i bambini, anche Meggy si lanciava in lunghe passeggiate per un unico goloso motivo: “La cosa che mi piaceva di più delle camminate che facevo con i nonni era il pic-nic che ci aspettava alla fine di esse :-) ….” Continua cara amica, facci sognare ancora una volta!

La mattina, appena sveglia sentivo la nonna spignattare nella piccola cucina della baita di montagna, canticchiava mentre confezionava amorevolmente un goloso cestino del quale io sarei stata la custode, e che sapevo per certo ci avrebbe lasciati deliziati.
Quando richiudevamo la porta di casa alle nostre spalle e ci addentravamo nel bosco, che al mattino presto profumava ancora di rugiada, io subito sentivo un notevole languorino, che però non avevo il permesso di placare fino a quando non giungevamo a destinazione.


Lassù, dopo esserci riempiti lo sguardo con la superba vista della valle sottostante, la nonna sceglieva una radura verde e pianeggiante, stendeva la tovaglia a quadretti bianchi e rossi sull’erba, poi sistemava il cestino al centro, estraeva i piatti di carta ed i tovaglioli, una busta di stoffa contenente le posate e poi finalmente arrivavano le leccornie. Gioia per gli occhi e per il palato. Impossibile dimenticare la sensazione del riposare all’ombra di un larice con la pancia piena e la brezza montana tra i lunghi capelli biondi, intrecciati assieme ai fiori trovati sul sentiero.

Questo week end sono tornata sui luoghi della mia infanzia con alcuni amici, e come da tradizione ho voluto preparare qualche stuzzichino per premiarci alla fine della passeggiata.
Avevo un mazzetto di bruscandoli, che sono i germogli del luppolo che crescono sulle siepi  in campagna (conosciuti erroneamente anche come asparagi selvatici per via della loro forma che ricorda in parte quella degli asparagi verdi), e gli ultimi tenerissimi spinaci dell’orto del mio vicino di casa, ho pensato così di unirli e aggiungendo delle uova sode ho creato dei tortini veloci, simpatici e molto gustosi, un’idea carina per le calde giornate che verranno, da trascorrere all’aria aperta.
Seduti nel mezzo del bosco, accanto ad una fontanella che ci ha regalato dell’acqua pura e freschissima … cosa chiedere di più?

Tortini con bruscandoli & spinaci monoporzione

Ingredienti per  8 tortini:
1 rotolo di pasta sfoglia
Un bel mazzo di bruscandoli
500 gr. di spinaci
200 gr. di ricotta di mucca
Un paio di uova freschissime sode
Sale q.b.
Olio evo q.b.
1 spicchio d’aglio
Maggiorana q.b.

Preparazione

Cuocete i bruscandoli per una decina di minuti in acqua bollente leggermente salata, dovranno risultare teneri, fate lo stesso con gli spinaci, saltate poi le due verdure assieme in una padella antiaderente con un goccio di olio evo e uno spicchio di aglio in camicia, assaggiate di sale ed eventualmente aggiustate la sapidità.
Amalgamate quindi con la ricotta, aggiungete la maggiorana, e la farcia è pronta.
Ricavate dalla pasta sfoglia 8 dischi aiutandovi con uno stampo “a fiore”, rivestite dei pirottini in alluminio, adagiate sul fondo una rondella di uovo sode, riempite poi con un paio di cucchiai di impasto, richiudete i bordi in modo che cuocendo ed aumentando di volume non fuoriesca, infine infornate a 180° per 10/15 minuti.

E nel vostro cestino da pic nic, cosa si può trovare?

Guest post by Meggy  deliciousmeggy.blogspot.com