Il ribes nigrum: frutto di bosco, frutto di benessere

Ogni volta che uso un prodotto cosmetico, che sia una crema per il corpo o lo struccante per gli occhi, mi faccio la stessa domanda: cosa mi starò spalmando davvero sulla pelle?

Vado al laboratorio Effegilab di Lavis per un’intervista con la la dottoressa Francesca Ferri, che ne è l’amministratore e il direttore tecnico.

La dottoressa Ferri mi accoglie nella sala riunioni dov’è radunato tutto lo staff per una pausa gelato. Un giro di presentazioni, poi arriva una super-coppa di gelato anche per me, ad ennesima conferma del fatto che l’ospitalità i trentini ce l’hanno nel sangue, a prescindere che siano albergatori, ristoratori o ricercatori farmaceutici.

Dopo questo piacevole inizio, la dottoressa Ferri mi accompagna in una visita al laboratorio che, mi spiega, mantiene un apparato e un approccio farmaceutico anche nelle attività di ricerca e produzione cosmetica. Mentre ci muoviamo tra i vari ambienti, afferra di qua e di là flaconi e vasetti che porta con sè nel suo ufficio, dove infine ci sediamo per l’intervista sulla linea biocosmetica al Ribes Nigrum che lei stessa ha realizzato in esclusiva per gli hotel Vita Nova Trentino Wellness.

IL RIBES NIGRUM: COS’E’, CHE CARATTERISTICHE HA, PERCHE’ FA BENE.

Innanzitutto, chiedo come mai abbia scelto proprio il Ribes Nigrum, frutto nobile ma piuttosto raro e di non facile reperimento, per questa linea cosmetica.

Quando ho iniziato a lavorare a questa nuova linea cosmetica destinata ai centri benessere di hotel che rappresentano l’eccellenza nel settore wellness in Trentino, mi sono posta l’obiettivo di creare un prodotto che unisse l’alta funzionalità cosmetica ad una “personalità” locale e identitaria, tipica del territorio. Il ribes nigrum è un frutto di bosco tipico del Trentino dal grande valore funzionale,  risponde quindi al doppio scopo di rappresentare il benessere, la bellezza e la salute in Trentino e di essere un ottimo cosmetico.

Il ribes nigrum, come dicevo, non è un frutto facile da reperire. Chiedo quindi alla dottoressa Ferri da dove provengono quelli che utilizza per i suoi prodotti.

 “La materia prima dei trattamenti al Ribes Nigrum sono le bacche fresche che acquistiamo dalla Cooperativa Sant’Orsola, che le coltiva nella Valle di Pergine. Dalle bacche ricaviamo un estratto che, conservato ad una temperatura di -30°C, dura molto a lungo senza perdere le sue proprietà. Questo ci permette di non aggiungere conservanti ai nostri prodotti.

Chiedo a questo punto quali siano le caratteristiche del ribes nigrum e per cosa sia particolarmente indicato. Prima di qualsiasi spiegazione, la dottoressa Ferri mi chiede di aprire la mano dove deposita una noce di crema rivitalizzante viso. Questa è la parte che preferisco, d’altra parte se vai in un laboratorio di cosmetica per un’intervista sui prodotti, la prima cosa che desideri fare è sperimentare in prima persona!  😉 La dottoressa mi fa segno di annusare e spalmare. La crema ha un buon profumo fruttato, non troppo pungente, e tra le dita è soffice e vellutata. Sul viso si assorbe subito. Sorrido di un sorriso beato e lei continua la sua spiegazione.

Il ribes nigrum è un frutto ricco di polifenoli, in particolare antociani e Vitamina C. Nell’olio di ribes nigrum sono contenute inoltre frazioni di Vitamina E e di acidi grassi polinsaturi in alta percentuale. Grazie alla Vitamina C e agli antociani, protettori vasali, il ribes nigrum ha l’effetto di migliorare la microcircolazione, per questo è adatto a trattare la cuperose e gli inestetismi della cellulite. La Vitamina E e la Vitamina F svolgono attività rigeneranti per il viso, con un effetto anti-aging.

Un frutto così piccolo, così tante proprietà benefiche. E’ sorprendente come la natura metta a nostra disposizione risorse che sono veri e propri tesori per la nostra salute e il nostro benessere.

Ringrazio la dottoressa Ferri per la sua disponibilità e la pazienza che ha avuto nello spiegare a me, non esattamente un genio in chimica e biologia, cosa significa “biocosmesi” e qual’è il valore di prodotti realizzati secondo i suoi principi.

Dopo quest’intervista, ho una consapevolezza nuova sui prodotti cosmetici, che da oggi in poi sceglierò con la stessa attenzione con cui si scelgo il cibo che mangio. Come il cibo, anche le creme, i detergenti e i trucchi vengono assorbiti dal mio corpo attraverso la pelle, ed è importante sapere con che ingredienti sono realizzati ed in che modo. La mia conversione al biologico oggi ha fatto un altro passo in avanti! :-)