Il caseificio turnario a Pejo: il formaggio come si faceva una volta

Il caseificio di Pejo è l’ultimo caseificio turnario in funzione in Trentino. Visitarlo di mattina ed assistere alla routine della lavorazione del formaggio, sempre uguale dal 1935, è un’esperienza che insegna bene la differenza tra ciò che è prodotto industrialmente e ciò che invece si fa ancora come una volta, con lentezza e cura, con le mani e il sapere della tradizione.

Il casaro Bruno lavora ogni giorno alla produzione del formaggio nostrano, del casolét (presidio SlowFood) e del burro con il latte vaccino e caprino portato dai contadini della valle. La caserada, cioè la produzione di formaggio di una giornata, è proprietà di uno dei soci del caseificio, a turno, e il numero di caserade che spetta a ciascuno è proporzionale alla quantità di latte portata al caseificio.

Il casaro Bruno, durante la nostra visita, ci mostra i vari passaggi attraverso le 3 caldaie in rame, le vasche per l’affioramento della panna, il locale quello per la salamoia e il magazzino.

Ecco il casaro Bruno al lavoro, mentre ci racconta cosa fa.

Il profumo in magazzino stuzzica un’irresistibile voglia di assaggiare, anche se sono le 10 di mattina e da poco abbiamo terminato un’abbondante colazione trentina…

Bruno apparecchia per noi il banco per una ricca degustazione, taglia diversi tipi di formaggio e stappa il vino. Ecco com’è finita la nostra visita al Caseificio, con il nostro Mario che non si fa sfuggire nemmeno un assaggio :-)

Informazione di servizio :-) Per la visita al caseificio turnario potete rivolgervi alla sede del Parco a Cogolo tel. 0463 / 746121, o al Centro Visitatori di Cogolo tel. 0463 / 754186, info.tn@stelviopark.it www.stelviopark.it