Il benessere per la vita, una questione di scelte

Benessere non è sinonimo di buona salute. E’ piuttosto un processo attivo attraverso il quale diventiamo consapevoli e facciamo scelte in favore di una vita più equilibrata, più armoniosa, più piena.

Una vita orientata al benessere vuol dire riconoscere che l’essere umano è un fascio di bisogni fisici, psicologici, sociali e spirituali, e che ognuna di queste sfere va curata e nutrita.

Il benessere riguarda la persona nella sua interezza, è l’equilibrio tra corpo, mente e spirito, è la consapevolezza che qualsiasi cosa che facciamo, pensiamo, proviamo e crediamo ha effetti sulla nostra salute.

Uno studio della Wayne State University che ho letto qualche tempo fa sostiene proprio questo, e cioè he il benessere non si identifica semplicemente con un buono stato di salute, al contrario riguarda tutti gli aspetti della nostra vita:

– Il benessere sociale implica lo sviluppo di amicizie, sani comportamenti sessuali, la capacità di interagire con gli altri e in generale incide sull’armonia degli ambienti personali e collettivi.

– Il benessere intellettuale è il desiderio di apprendere dalle sfide e dalle esperienze. Incoraggia la continua crescita intellettuale e attività mentali creative e stimolanti, che costituiscono la base per scoprire, elaborare e valutare le informazioni.

– Il benessere spirituale è la volontà di cercare il senso e lo scopo dell’esistenza umana. Essere ricchi spiritualmente permette di cercare la perfetta armonia tra ciò che si trova all’interno del proprio spirito e le forze esterne.

– Il benessere emozionale è avere la capacità di riconoscere ed accettare una vasta gamma di sentimenti in se stessi così come negli altri. Vuol dire essere in grado di esprimere liberamente e gestire i propri sentimenti, sviluppando una buona autostima.

– Il benessere fisico implica la regolare attività fisica, la corretta alimentazione e la cura della salute, tenendo lontani la dipendenza da tabacco, alcol e droghe.

– Il benessere sul lavoro riguarda la possibilità di integrarare il bisogni di carriera con altri bisogni, come quelli della famiglia e della salute.

In conclusione, il benessere è….

… Un movimento verso un’esistenza più attiva, responsabile e sana

… L’equilibrio tra corpo, mente e spirito

… L’accettazione amorevole di noi stessi oggi e l’emozionante ricerca di chi scegliamo di diventare domani

Ora pensiamo alle nostre vite. Quanto ci curiamo davvero del nostro benessere?