Esplorare la montagna a piedi: le ciaspole

Amo sciare, e devo confessare che ho sempre guardato le ciaspole con un po’ di snobismo…finchè non le ho provate.

Mi è capitato molte volte, sciando, di vedere nei fuori pista o in mezzo ai boschetti persone con le ciaspole ai piedi camminare di buona lena. Io che amo scendere giù veloce, con la neve che scivola sotto le lamine e il vento che pizzica le guance, non ho mai pensato che le ciaspole potessero fare per me.

Mi sbagliavo. Le ho provate una volta e, come spesso succede ai principianti di qualsiasi sport, per un bel po’ non ho voluto far altro che ciaspolare, ciaspolate domenicali, ciaspolate notturne, Ciaspolonga, Ciaspolera, ciaspole ciaspole e ancora ciaspole :-)

Andar con le ciaspole permette di godere della montagna in modo diverso rispetto agli altri sport da neve. Si ha il tempo di ammirare il paesaggio, si gode di più la compagnia – quando il passo non è troppo impegnativo si riesce anche a chiacchierare! 😉 –  e si raggiungono luoghi dove non si può arrivare con gli sci, dove c’è silenzio, dove con un po’ di fortuna si può scorgere qualche animale.

LA STORIA DELLE CIASPOLE

Le ciaspole originariamente non venivano utilizzate per sport o escursioni ma erano un’attrezzatura necessaria per spostarsi a piedi in tempi in cui l’infrastruttura stradale in montagna era carente o non esisteva. Le ciaspole non facevano sprofondare il piede nella neve e rendevano possibile attraversare boschi e zone innevate. Quando il progresso ha portato collegamenti stradali anche tra le zone più impervie delle montagne, le ciaspole sono andate in disuso ma poi sono state riscoperte da escursionisti e sportivi che le hanno riportate in voga.

L’ABBIGLIAMENTO PER CIASPOLARE

Come ci vestiamo per andare con le ciaspole? Io soffro molto il freddo, personalmente quindi mi assicuro di avere una maglia intima a maniche lunghe, possibilmente termica, e sopra indosso un pile. Per coprirmi, uso giacca e pantaloni da sci, ma per chi non è freddoloso come me va bene un pantalone tecnico, purchè sia impermeabile. Ai piedi, scarponi alti impermeabili.

PRIMA DI CIASPOLARE…

A chi volesse provare le ciaspole, consiglierei di iniziare da un percorso non troppo lungo e in piano. Nonostante l’apparenza, ciaspolare è un’attività faticosa, richiede movimenti diversi dalla normale camminata e sforza quindi i muscoli in un modo in cui non siamo abituati a farli lavorare.

Nello zaino, il pieno d’acqua e di di qualche snack, meglio quelli alla frutta e cereali, per darsi energia senza appesantirsi.

Beh, che dire…provate e fatemi sapere oppure, se siete già dei ciaspolatori, raccontate le vostre esperienze!