Crescione: tutto il benessere della natura

Qualche tempo fa ho fatto una passeggiata al Fuciade con Rosa dell’Active Hotel Olympic e la sua numerosa e allegra famiglia. Abbiamo parlato molto del trekking del benessere, che sarà la grande novità di #vitanova12: trattamenti wellness rigorosamente open-air, in contatto con la natura.

E proprio a proposito di benessere e natura, Rosa mi ha parlato di una pianta che cresce in Val di Fassa e che ha grandi proprietà benefiche. È un cugino del daikon, del wasabi…. ma molto più familiare: il crescione, o pepe d’acqua. Ecco cosa mi ha insegnato Rosa su quest’insalata sempreverde!

Le foglie di crescione d’acqua, mangiate fresche in insalata, arricchiscono l’organismo di vitamine e sali minerali e agiscono come depurativo, ma vanno consumate in quantità limitata e solo da chi gode buona salute. Proprietà terapeutiche: diuretiche, stimolanti, espettoranti, antiscorbutiche, purificanti.
Le piante vengono raccolte prima della fioritura e utilizzate fresche o essiccate; hanno proprietà ricostituenti, antianemiche, depurative e per impacchi antireumatici.

Conosciuto sin dall’antichità, il crescione d’acqua è sempre stato apprezzato per le sue virtù depurative, per alcuni anche magiche: contro la calvizie per i Romani, le follie delle mente per i Greci e come antidoto ai filtri delle streghe nel Medioevo. Pare che frizionando il succo di crescione, posto in un uguale quantitativo di alcool a 90°, sul cuoio capelluto si arresti, o comunque rallenti, la caduta dei capelli. Recenti  studi suggeriscono che il crescione sia un alimento per rallentare la crescita di tumori.

Dove possiamo trovare il crescione in Val di Fassa?

Rosa dice: Sicuramente per trovar e il crescione bisogna salire in alto, e cercare le sorgenti di acqua pulita e potabile, nascoste tra i boschi. Noi conosciamo un posto con un panorama meraviglioso, dove si trova una sorgente di acqua fresca e cristallina: la conca di Fuciade.
Ed è qui che abbiamo intenzione di accompagnare i nostri blogger, per far assaggiare loro la piccantezza naturale di questa insalata selvaggia…

Non dovete far altro che aspettare i racconti dei protagonisti di #vitanova12, oppure…venire in Val di Fassa e provare crescione e trekking del benessere!