Centri wellness in Trentino, lezione 2: la terapia Kneipp

Un nuovo capitolo della nostra guida benessere, utile per chi sperimenta quest’inverno per la prima volta i centri wellness in Trentino. Con leggerezza, e nessuno tecnicismo, informazioni e qualche consiglio pratico per vivere appieno i benefici del Percorso Kneipp.

In questi giorni di sole e neve in Trentino, partecipo al classico rituale che si svolge ogni anno: amici e parenti che raggiungono per le loro frizzanti settimane bianche le Dolomiti fanno tappa a casa mia, per ritrovarsi, ma soprattutto per raccontarmi le loro fantastiche giornate tra sci e ciaspole. Cerco di mettere da parte l’invidia, e ascolto entusiasta le loro storie. Da bravi sportivi, si sono divisi tra uscite di snowboard, telemark e nordic walking, per poi lasciarsi coccolare, al loro rientro in hotel, dalle atmosfere rilassate dei nostri centri benessere in Trentino.

“Dopo la sauna, abbiamo seguito un percorso particolare, all’interno di ampie vasche, di altezza media…arrivavano fino alle ginocchia…e la temperatura dell’acqua cambiava da freddo al caldo, non sai che paradiso!” mi rivela il mio amico. Io sorrido: non è un esperto di wellness, e non sa che ha avuto la possibilità di provare uno dei trattamenti più antichi di benessere, il Percorso Kneipp. Condivido con lui tutte le mie informazioni, in modo da consentirgli di assaporare ancora di più i benefici di queste “vasche”, per la prossima volta…

Che cos’è il Kneipp

Si basa sull’idroterapia: attraverso diverse tecniche, sfrutta l’alternarsi dell’acqua fredda e calda, per migliorare le nostre capacità di adattarci ai cambiamenti della vita quotidiana e rafforzare il nostro organismo. Nello specifico, l’acqua fredda accresce l’attività degli organi interni, attiva la circolazione e ringiovanisce la pelle. Il caldo infonde calma e dolcezza al corpo, rallentando l’attività degli stessi organi. L’alternanza dal caldo al freddo, riduce lo stress e rigenera corpo e mente.

La terapia

Ideata da un prete di campagna (Sebastian Kneipp, che per primo la sperimentò nelle acque del Danubio), la terapia Kneipp si basa sul connubio indissolubile tra la nostra anima e il corpo. Per tale ragione, per stare meglio, dobbiamo armonizzare e prenderci cura di tutte le funzioni del nostro organismo: fisiche, spirituali e intellettuali.

Le tecniche: come comportarsi

I Percorsi Kneipp più comuni prevedono dei bagni di contrasto: una camminata nella vasca d’acqua calda e una fredda. Si possono trovare all’interno dei centri benessere in Trentino, come all’esterno, nei parchi termali. L’acqua arriva fino all’altezza del ginocchio: potete tranquillamente indossare il costume o l’asciugamano (in base alle regole di comportamento richieste dalla spa). E’ importante tenere le mani ben salde agli appoggi che contornano il percorso: inducono a rallentare la camminata, e ad aumentare di conseguenza i benefici. Alcune strutture, offrono la possibilità di sperimentare anche un Kneipp alternativo, direttamente nella natura del Trentino, tra ruscelli e prati in fiore.

Avete qualche altra curiosità del Percorso Kneipp?

L’avete mai sperimentato?

Per maggiori informazioni sul Percorso Kneipp e sulle offerte benessere in Trentino, vedi qui 

Foto di (in ordine di pubblicazione): AlpHoliday Dolomiti, Hotel Shandranj, Hotel Medil, Active Hotel Olympic