Aspettando #vitanova12: la mini-intervista con Giorgia e Bruna

Siamo al terzo appunetamento con le mini-interviste per conoscere i protagonisti di #vitanova12. Oggi è il turno di Giorgia e Bruna, ve le presentiamo subito!

 

Giorgia si definisce iperattiva e nomade per natura, ha la valigia sempre pronta e tanta voglia di raccontare. Ha vissuto a Londra e ora vive tra Milano, Firenze e la Liguria, ma appena può…via per il mondo! Scrive per Latitudeslife, travel web magazine che spazia dai viaggi al benessere, dal low cost al lifestyle, dalle recensioni alle inchieste, senza rinunciare ai ricchi reportage e foto stupende.

 

 

Bruna è di Nappoli ma vive a Pisa dal 2010. Si occupa di seo & web copy e quando viaggia le piace scoprire tradizioni e sapori in luoghi poco conosciuti, fotografare dettagli, collezionare storie. Il suo blog Slow Travel promuove la sua idea di turismo lento, con la convinzione che certi particolari, se osservati con la giusta lentezza, possano riservare ad ogni viaggiatore inediti ed emozionanti piaceri.

 

Se pensi “viaggio”, pensi…

Giorgia: Qualche anno fa ho visto un posto, il più bello che io abbia mai visto finora: una strada a due corsie esattamente in mezzo tra la Emerald Bay, nella costa meridionale del Lake Tahoe, e il Cascade Lake, in California. Una posizione da cui sia a destra, sia a sinistra, c’era una simmetria di verde e azzurro da togliere il fiato. Da allora, in ogni viaggio cerco il luogo più adatto per me, il momento in cui dico “ecco, io qui ci vivrei”. È una sorta di spedizione entusiasta e infantile per vedere tutto il bello del mondo e riempire i miei occhi di tante cartoline così.

Giorgia di Latitudeslife

Bruna: Penso all’odore delle pagine della guida di Londra, che sanno ancora di burro e di moquette da college; penso al vento sulla diga Afsluitdijk, in Olanda, su cui corre un’autostrada di 32 km che divide lo specchio d’acqua dolce dal mare; penso ai cavalli liberi al galoppo sul Pian Grande, tra i Monti Sibillini; penso alle persone conosciute in treno e mai più riviste, ai colori delle pietre del sud, alla foto ricordo di un bambino sconosciuto.

Bruna di Slow Travel

Se pensi “Trentino”, pensi…

Giorgia: A Heidi e alle montagne, alle piste da sci, a lunghe passeggiate ad alta quota in mezzo a mucche e capretti in estate, al fieno e al latte appena munto. E poi, alle mele sode e sugose, al pane con i semi di girasole, croccante fuori e soffice dentro, su cui spalmare tonnellate di marmellata ai frutti di bosco.

Bruna: Penso ad un luogo in cui non sono mai stata, lassù al nord. Immagino laghi suggestivi tra i monti, e altipiani verdi sotto cieli limpidi. Immagino una vita semplice, in armonia con la natura, cibo genuino, scampanellii, muggiti, sapore di latte e profumo di legno.

Se pensi “benessere”, pensi…

Giorgia: Al sole, al vento, all’aria buona, da respirare a pieni polmoni. Penso a un bel paesaggio che si affaccia su uno spazio aperto, per sentirsi liberi di fare qualunque cosa, dalla corsa al rotolare sui prati, al tuffo in mare, al semplice sonnellino. E per completare il quadretto, un frullato di frutta fresca e della buona compagnia.

Giorgia: la mia idea di benessere

Bruna: Penso al relax, ad un’amaca sotto un albero, al cinguettio di uccelli e un libro tra le mani. Basta poco per ritrovarsi, per riscoprire il piacere di prendersi cura del proprio corpo e allo stesso tempo rigenerare la mente. Il benessere è in fondo stare bene con se stessi, per potersi aprire senza riserve alla conoscenza del mondo, e dell’altro :)

Bruna: la mia idea di benessere

Vi abbiamo già presentato sei dei nove protagonisti di #vitanova12 … siete curiosi di conoscere il resto del team?