Antipasto con i piccoli frutti di Sant’Orsola

La primavera si avvicina in Trentino, e con la bella stagione cresce la voglia di portare sulle nostre tavole dei piatti colorati e freschi. Oggi vi proponiamo una ricetta semplice, un ottimo antipasto o un’alternativa al secondo, che reinventa in modo creativo due prodotti gastronomici eccellenti del nostro territorio: i piccoli frutti del Consorzio Sant’Orsola, e la carne salada. Pronti per prendere appunti? Sperimentiamo assieme il carpaccio di carne salada al ribes rosso.

La ricetta è veramente semplice, perfetta per le giornate in cui abbiamo poco tempo o desideriamo qualcosa di leggero, dopo entusiasmanti escursioni tra le Dolomiti. Semplice ma non per questo meno gustosa: a rendere questo piatto così speciale, due materie prime eccellenti del Trentino Alto Adige: il ribes del Consorzio Sant’Orsola e la carne salada.


La carne salada
Conoscete la carne salada? L’abbiamo scoperta assieme durante #vitanova12, nel pranzo conclusivo presso l’Hotel Ladinia, a Pozza di Fassa, in Val di Fassa (vedi foto sopra). Si tratta di una carne tipica trentina, di bovino, particolarmente magra, arricchita da un connubio di sali e altri ingredienti e lasciata a riposo per 5 settimane. Testimonianze e manoscritti antichi documentano la presenza della carne salada sulle tavole trentine già nel quattrocento, definendola più volte un “elemento fondamentale” della cucina tradizionale. Può essere cucinata in diversi modi: in padella, come una semplice tartare o cruda, a carpaccio, come in questa ricetta.

I piccoli frutti: il ribes
Da piccoli, lo chiamavamo “uva spinella”, e ci divertivamo come pazzi a correre negli orti a raccogliere i suoi meravigliosi grappoli, dal colore così accesso e invitante. Con il tempo si cresce, e oltre a degustarli da soli (sono senza zucchero, perfetti per chi sta seguendo una dieta, e se consumati prima dei pasti, aiutano a digerire!), abbiamo iniziato ad apprezzarli con secondi piatti di carne, che ben si sposano con il sapore acidulo del piccolo frutto. Mangiare ribes fa bene, come ci insegna Sara, “portavoce” del Consorzio Sant’Orsola: “il ribes rafforza le difese immunitarie, ricarica il nostro organismo di nuove energie e aiuta a combattere lo stress” (ps: vi ricordate la degustazione di piccoli frutti fatta a Palazzo Roccabruna a Trento durante #vitanova12 ? Che spettacolo!)

Ingredienti
300 grammi di carpaccio di carne salada
1 barattolo di fagioli bianchi
4 cucchiai di mostarda di ribes rosso
125 grammi di ribes rosso
Erba cipollina q.b.
Prezzemolo q.b.


Procedimento
Chiedete al vostro macellaio del carpaccio di carne salada trentina, tagliato a fettine sottili. Adagiate il tutto su un piatto, e guarnite con dei fagioli freschi. A fianco, arricchite il piatto con della mostarda di ribes rosso Sant’Orsola, qualche grappolo di ribes rosso, l’erba cipollina e il prezzemolo.

Vi piace come ricetta?

Fonte: Ricette Sant’Orsola

Crediti foto: Vita Nova Trentino Wellness, Consorzio Sant’Orsola, dolcementesalato.blogspot.it

Altre ricette del Trentino e della tradizione le puoi trovare in tutti gli Hotel & Resort Vita Nova